Answers      Contact      Login

Prot. N. 186/2020

Paulo Dionísio LACHOVICZ, OSBM

Esarca Apostolico
per i fedeli ucraini cattolici di rito bizantino residenti in Italia

Visti i cann. 245 – 250 (Codex Canonum Ecclesiarum Orientalium) e le disposizioni del diritto particolare,


nominiamo il Rev.do Padre ESTEFANO GABRIEL STAREPRAVO, OSBM

Nostro PROTOSINCELLO (VICARIO GENERALE)

a decorrere dal 03 dicembre 2020, con le facoltà, i diritti e i doveri previsti dalla vigente normativa canonica della Chiesa universale e della nostra Chiesa particolare. Ferma restando la pienezza della Sua giurisdizione e considerando le facoltà attribuite, nei rispettivi decreti, agli altri Sincelli esarcali, riteniamo utile precisare le competenze da Noi affidate in modo speciale al Protosincello, nella certezza che Egli vorrà favorire e garantire una conduzione unitaria della diocesi, in stretto rapporto con Noi e in collaborazione con gli altri Ordinari del luogo. In particolare, affidiamo al Protosincello i compiti di:
1. Rappresentare l’Esarca e sostituirlo in caso di assenza, con i compiti previsti dalla normativa canonica.
2. Seguire la vita dell’Esarchia nelle sue articolazioni territoriali (zone, vicariati foranei, parrocchie, unità pastorali), coordinando, secondo le Nostre indicazioni, l’azione dei Sincelli esarcali.
3. Seguire personalmente – in stretta intesa con Noi e in collaborazione con i Sincelli esarcali – quanto concerne l’affidamento degli incarichi pastorali ai presbiteri e ai diaconi, il loro trasferimento e la cessazione dai loro incarichi.
4. Vivere, con Noi e con i Sincelli esarcali, una premurosa attenzione a tutti i presbiteri e diaconi dell’Esarcato, promuovendo e sostenendo una profonda ed effettiva comunione nel presbiterio e tra tutti i ministri ordinati. A tale scopo: a) sarà a disposizione per un costante contatto e dialogo con i presbiteri e i diaconi, ricercando la conoscenza di ciascuno, coltivando i rapporti interpersonali e favorendo una reale comunione di intenti; b) avrà a cuore la promozione di una adeguata vita spirituale e della formazione permanente del clero, insieme con una premurosa attenzione ai problemi economico-logistico assistenziali del clero, con particolare sollecitudine per i presbiteri e i diaconi inabili, anziani o malati.
5. Assumere l’incarico di Moderatore di Curia (can. 248 § 2), coordinando in tal modo tutti gli organismi propri dell’amministrazione centrale dell’Esarcato.
6. Moderare le riunioni del Consiglio esarcale, presiedendolo in caso di assenza dell’Esarca.
7. Coordinare lo svolgimento delle assemblee dell’Esarcato, con il compito di presiederle in caso di assenza dell’Esarca.
Al Protosincello, infine, conferiamo per mandato speciale, a norma del can. 248, § 1, le seguenti facoltà:
− nominare l’Amministratore parrocchiale;
− nominare il Vicario parrocchiale;
− nominare il Rettore di una chiesa;
− concedere la riduzione e il trasferimento di oneri di Sante Messe.
Prima di assumere l’ufficio di Protosincello, il Rev.do Padre Estefano Gabriele Starepravo vorrà provvedere ad emettere la professione di fede e il giuramento di fedeltà alla Nostra presenza (can. 244, 1°).

Roma, 04 dicembre 2020

+ Dionisio
Esarca Apostolico

Don Petro Goliney
Il cancelliere dell’Esarcato