Answers      Contact      Login

L’incontro dei pastori ucraini del nuovo Esarcato Apostolico in Italia

Lunedì 7 Ottobre, il vescovo Dionisio Lachovicz ha parlato della comunione interna, mentre l’ospite austriaco Rev.do Dr. Ivan Dacko è intervenuto sul tema dell'ecumenismo. Il canonista Dr. don Anibal Soutus ha presentato l’organizzazione della struttura del nuovo Esarcato Apostolico per gli ucraini residenti in Italia. A questo incontro hanno partecipato 60 sacerdoti che svolgono il ministero sacerdotale per gli ucraini cattolici in Italia.

Martedì 8 Ottobre, i sacerdoti ucraini hanno avuto l’occasione di compiere il pellegrinaggio alle sante spoglie della Beata Giosafata Hordashevska, che si trovano nella casa generalizia delle Suore Sluzebneci (Ancelle della Beata Vergine Maria Immacolata), in via Cassia 102, che quest’anno festeggia un doppio anniversario della loro cofondatrice, beata Giosafata: 150 anni dalla nascita in terra e 100 anni dalla nascita in cielo.

Mercoledì 9 Ottobre, all’incontro ha partecipato il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, per dare il benvenuto a Roma ai sacerdoti ucraini a nome del Santo Padre e a nome proprio. Nel pomeriggio è venuto anche il Cardinale Angelo De Donatis, l’Amministratore Apostolico sede vacante dell’Esarcato Apostolico, per celebrare la Divina Liturgia di San Giovanni Crisostomo insieme al Vescovo Dionisio e ai sacerdoti ucraini. In questa occasione il Cardinale Angelo De Donatis si è incontrato con ciascun sacerdote che svolge il servizio per gli ucraini in Italia, la maggioranza dei quali aiuta anche la Chiesa italiana nel servizio pastorale.

Giovedì 10 Ottobre, nella cappella di “Villa Letizia” è stata celebrata la Divina Liturgia presieduta dall’arcivescovo Cyril Vasiľ, segretario della Congregazione per le Chiese Orientali, che si è congratulato con tutti i sacerdoti insieme al loro vescovo Dionisio, per lo straordinario avvenimento per la Chiesa cattolica ucraina presente in Italia: la firma da parte del Santo Padre della Bolla, documento che sancisce l’erezione dell’Esarcato sul territorio italiano. Egli ha notato l’unicità di questo atto in questo particolare momento storico, in quanto il Santo Padre concede la presenza di un vescovo della Chiesa cattolica di rito bizantino sul territorio di Roma con sede nella chiesa dei Santi Sergio e Bacco in piazza Madonna dei Monti. È un impegno gravoso ma anche un importante riconoscimento per i fedeli ucraini cattolici di rito bizantino aver ricevuto una propria struttura ecclesiale in Italia. Questa concessione di fiducia andrà motivata con la testimonianza di fede nel Signore come Salvatore della propria anima e di tutti coloro con i quali i fedeli ucraini si incontreranno.

Comunicato stampa

Esarcato Apostolico degli ucraini cattolici di rito bizantino in Italia